Notizie, informazioni, consigli e tutto quello che devi sapere sulla compravendita di un immobile.

Seconda casa come investimento? In Brianza conviene ma…

Tutto quello che devi considerare se vuoi comprare una seconda casa e fare davvero un buon investimento

Vorresti comprare una seconda casa in Brianza come investimento? Buona idea la tua, perché in un territorio come quello brianzolo conviene. Ma prima di precipitarti a comprarla, ci sono alcune cose che devi considerare.

Perché la differenza tra fare un investimento e fare un buon investimento non è solo una questione di termini ma è molto di più.

Seconda casa come investimento? In Brianza conviene e questo potrebbe essere il momento giusto. E tra poco ti sveleremo tutto quello che devi sapere per compiere una scelta consapevole e, soprattutto, redditizia.

Prima però, ti diremo quello che NON devi assolutamente fare. Non comprare mai una seconda casa per i tuoi figli; con la speranza o anche solo l’idea di regalarla un giorno a loro. Perché se c’è una cosa che l’esperienza in questo settore ci ha insegnato è che la maggior parte delle volte i figli, per un motivo o per l’altro, non andranno mai ad abitare nella casa che tu hai acquistato per loro.

I motivi possono esseri tanti, da un mondo del lavoro che ormai è flessibile, anzi incerto, a mille altre ragioni. Di queste, ci occuperemo senz’altro in un prossimo articolo.

Per ora però, accetta questo consiglio sincero: se vuoi comprare una seconda casa, fallo come investimento prima di tutto per te. Poi, i frutti del tuo buon investimento verranno goduti anche dai tuoi figli…

 

Seconda casa come investimento, comprala con un mutuo

Fai un mutuo bancario e non usare tutto il tuo capitale per acquistare la tua seconda casa. Oggi, i mutui sono ancora bassi e ti conviene sfruttare questa contingenza positiva invece di impegnarti in un esborso di decine o centinaia di migliaia di euro.

Valuta tu che tipo di tasso scegliere, fisso o variabile. La scelta dipende molto dalle condizioni di ciascun istituto di credito. Optare per una rata fissa potrebbe essere una sicurezza nell’eventualità di un aumento dei tassi che prima o poi si verificherà. Il tasso variabile, ad oggi, è più conveniente e, dopo gli anni dal 2007 al 2009 è sceso vertiginosamente risultando la scelta più azzeccata per chi ha acceso un mutuo in quel periodo. Ma le aspettative sono al rialzo, per cui in questo momento è consigliabile il tasso fisso, oggi molto basso, se il piano di rimborso supera i 20 anni, il variabile per un mutuo di 5 o 7 anni. Per i periodi intermedi non è possibile fare una previsione sufficientemente attendibile.

 

A chi intestare la seconda casa?

Se sei fra quelli che vogliono acquistare la seconda casa come investimento e, per le ragioni più diverse, preferisci non intestartela, fai attenzione a non intestarla a figli minori. Non tanto per quello che ti abbiamo detto in precedenza a proposito del fatto che probabilmente non ci andranno mai ad abitare, quanto piuttosto perché poi serve il parere vincolante del giudice nel momento in cui dovrai effettuare operazioni riguardanti la casa, come la congruità del prezzo in caso di vendita ecc.

I minori non sono considerati dalla legge in grado di decidere, quindi intestare loro un appartamento o una villa potrebbe essere controproducente, se non altro perché allunga tutte le procedure complicandole dal punto di vista burocratico.

 

Seconda casa? Come investimento meglio usata

L’appeal di una casa nuova o ancora in costruzione c’è, eccome. Ma specie se vuoi comprarla come investimento, ti consiglio di puntare decisamente su una casa usata.

Perché? Questione di risparmio. Un bel risparmio.

Considera che su una casa nuova le tasse sono del 10% sul valore dell’immobile + 600 euro da pagare come imposta fissa nel momento dell’acquisto; alle quali devi aggiungere i costi per gli allacciamenti e gli accatastamenti. Una seconda casa usata è decisamente più conveniente perché le imposte sono “solo” del 9% e si calcolano sul valore catastale (un valore molto inferiore rispetto al valore di vendita dell’immobile stesso) e le tasse fisse ammontano a 100 euro.

Il risparmio, oltre ai 500 euro di differenza nell’imposta fissa, è di migliaia di euro.

 

Compra una seconda casa che sia affittabile

Vuoi fare un buon investimento? Scegli una seconda casa che sia affittabile. Ad esempio, se la vuoi in Brianza devi sapere che le tipologie più richieste sono di appartamenti di tre locali, meglio ancora se con giardino privato.

Nel territorio brianzolo ci sono tanti immobili così, ma pochi in locazione quindi la domanda supera di gran lunga l’offerta. In ogni caso, optare per un appartamento che sia facile da affittare è sempre una buona idea. Per questo motivo, prima di comprarla, informati sulle spese condominiali e, ovviamente, scegli una soluzione con spese basse (ricorda ad esempio, che in qualità di seconda casa, le tasse rifiuti sono più alte).

Poi vedremo anche le regole per un affitto sicuro e vantaggioso… Anche di questo, parleremo nei prossimi articoli.

 

Conosci il valore della casa che stai comprando

Vuoi essere sicuro di pagare il giusto prezzo? Fai fare un’analisi di mercato ad un agente immobiliare, ma stai attento a farti motivare l’indicazione di mercato, ovvero il valore della casa che stai acquistando. Fatti indicare cosa sia stato venduto negli ultimi 6 mesi in quella zona e cosa sia in vendita al momento della tua ricerca. Esistono anche software dedicati in possesso delle agenzie più avanzate.

Conclusione

Come avrai intuito, parleremo ancora molto presto di seconda casa. Per il momento, però, hai tutti i principali elementi per orientarti nel caso tu voglia acquistarne una come investimento. Anzi, come un buon investimento.

 

Le case che vedi in foto sono in vendita su Immobiliare Platinum e Trovacasabrianza

Post a Comment